Home » Cronaca, Primo piano, Roma Capitale » Resoconto Si t in protesta uffici postali Roma

Resoconto Si t in protesta uffici postali Roma

Il resoconto del sit-in ( autorizzato dalla questura ) presso la Direzione Generale delle Poste Italiane a Roma , dove dirigono i 12765 Uffici Postali sparsi per l’Italia ,

abbiamo fatto questo sit-in per chiedere di parlare con il Direttore Generale e con i vari responsabili e per fare un tavolo tecnico. 

Un agente della Questura /DIGOS è entrato negli uffici per chiedere del Direttore. L’agente dopo alcuni minuti è uscito dicendo che il Direttore non sarebbe sceso perché sostengono che c’è un Decreto Legge e loro rispettano quello che dice il Governo .

Quindi il Direttore Generale delle Poste Italiane (12765)  avrebbe violato il codice etico che dice questo: 

“3.3 : Rapporti con Pubblica Amministrazione, Associazioni, Organizzazioni Politiche e Sindacali, Comunità”

“Poste Italiane promuove a tutti i livelli forme di dialogo strutturato con le Istituzioni, le Associazioni e le Organizzazioni presenti sul territorio.” 

Con noi del Comitato Difesa del Cittadino NON HA VOLUTO DIALOGARE  !!! Non ha applicato il codice etico !!!!

Ma con le Organizzazioni Politiche cosa ha fatto il Direttore per non far convertire il decreto legge 7 gennaio 2022 n.1 e per dire che il green pass serviva solo per spostamenti da una nazione all’altra ? visto che il codice etico permette di parlare con i politici !! 

Cosa dicono in proposito le 22 Associazioni dei Consumatori al riguardo ?

Le Poste Italiane e le Associazioni hanno firmato un accordo quadro a Roma il 16 dicembre 2011 tra Poste Italiane e le Associazioni dei Consumatori con l’obiettivo di migliorare costantemente la qualità dei prodotti e dei servizi per questo hanno istituito il “Cantiere Consumatori”, “che in occasione di iniziative aziendali aventi un significativo impatto sulla clientela individua le migliori soluzioni per contemperare le reciproche esigenze”

6) procedure di conciliazione

Così abbiamo iniziato il sit-in anche con varie dirette .

1) https://www.facebook.com/carlo.leoni.509/videos/389867112950153 


2) https://www.facebook.com/carlo.leoni.509/videos/389867112950153 

Le Poste Italiane devono dare assolutamente l’erogazione dei servizi che deve essere continua, regolare e senza interruzioni !!!

Le Poste Italiane sono degli aeroporti??  NO!!

   Vediamo  il perché introducendo il discorso : 

DIRETTIVA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI  del  1994

Principi sull’erogazione dei Servizi Pubblici.

L’erogazione dei servizi pubblici, nell’ambito delle modalità stabilite dalla normativa regolatrice di settore, deve essere continua, regolare e senza interruzioni.”

 “Rapporti con gli utenti.

I soggetti erogatori e i loro dipendenti sono tenuti a trattare gli utenti con rispetto e cortesia e ad agevolarli nell’esercizio dei diritti e nell’adempimento degli obblighi.”

Le Poste Italiane nel loro sito nel 2018 fanno una comunicazione importante: va in vigore il regolamento europeo 2016/98.

Nuove regole per la Privacy Descrizione Si comunica che da oggi, 25 maggio 2018, sarà pienamente efficace il Regolamento europeo sulla protezione dei dati (UE) 2016/679, noto anche come GDPR”

il Comitato Difesa del Cittadino ha trovato  nel sito delle Poste quello riguardante la privacy 679/2016 , MA NON HA TROVATO NULLA DEL REGOLAMENTO 953/2021. COME MAI LE POSTE ITALIANE NON LO MENZIONANO IN UNA COMUNICAZIONE? IL RISULTATO è SEMPLICE: perché il regolamento 953/2021 è ben chiaro sul green pass che non bisogna fare discriminazioni e riporta un altro regolamento ancora più importante degli aventi diritto del  green pass !!!! 

andiamo per ordine: 

COME DICHIARA IL REGOLAMENTO EUROPEO 953/2021 

al (36): 

È necessario evitare la discriminazione diretta o indiretta di

persone che non sono vaccinate,[…] il presente regolamento non può essere

interpretato nel senso che istituisce un diritto o un obbligo a essere vaccinati. 

 al (23)È opportuno che, in

conformità del presente regolamento, i certificati che costituiscono il

certificato COVID  siano rilasciati alle persone di cui

all’articolo 3 della direttiva 2004/38/CE”

L’ARTICOLO 3 DELLA DIRETTIVA EUROPEA DICHIARA

 Aventi diritto

La presente direttiva si

applica a qualsiasi cittadino dell’Unione che si rechi o soggiorni in uno Stato

membro diverso da quello di cui ha la cittadinanza, 

QUINDI LE CIRCA 13.000 POSTE ITALIANE SPARSE PER L’ITALIA NESSUNA POSTA è UN AEROPORTO !!!!! 

e non possono chiedere il green pass 

quindi il certificato COVID serve solo per viaggiare da un paese all’altro!!

Altra cosa importante che il certificato covid ( green pass) è composto da due cose: da vaccini e tamponi : 

i vaccini non sono vaccini ma bensì una terapia genica !!!  Chi lo dice? 

 Vaccini:

lo dichiara il Comitato Internazionale per l’Etica della Biomedicina (CIEB)

Parere sulla somministrazione di terapie geniche a fini di sperimentazione scientifica nel quadro della cosiddetta campagna vaccinale anti-Covid” 

a pag.2 “ è ormai noto che i cosiddetti “vaccini” anti-Covid sono, in realtà, forme di “terapia genica” che si basano sulla somministrazione di un acido nucleico – mRna o Rna messaggero – “

 Tamponi: 

i tamponi non sono mai stati autorizzati e validati

dall’Europa:  

certificata dalla Commissione Europea e dall’Istituto  Superiore di Sanità, 

che nell’Aprile-Maggio scorso hanno pubblicato documenti

dove affermavano che in Europa circolavano 78 tamponi diversi, di cui nessuno

validato da organismi indipendenti, nessuno valutato o autorizzato

preventivamente, e addirittura la stragrande maggioranza dei quali non

dichiarava neppure quali sequenze geniche utilizzasse, e quindi potenzialmente

contenenti qualsiasi cosa.” ( dott. Scoglio )https://www.databaseitalia.it/i-tamponi-covid-19-producono-fino-al-95-di-falsi-positivi-confermato-dallistituto-superiore-di-sanita-articolo-del-dott-stefano-scoglio/

 inoltre il virus non è mai stato isolato nell’uomo : 

 lo CONFERMANO sia LA COMMISSIONE EU che IL CDC AMERICANO! 

https://m.facebook.com/nt/screen/?params=%7B%22note_id%22%3A340814817228603%7D&path=%2Fnotes%2Fnote%2F&_rdr     (  dott. Scoglio ) 

se il virus non è mai stato isolato  come fanno a

fare  tamponi e vaccini ? ( terapia genica) su che base scientifica e legale?   

i Direttori di ogni Posta cosa avranno detto ai dipendenti? dei vaccini e tamponi? 

Quindi c’è da porsi la domanda:

le Poste,le Banche,le varie attività,i Posti di Lavoro, il Parlamento, le Scuole sono degli Aeroporti??  NO!!

tutti i DPCM e tutti i DL convertiti in legge sono anticostituzionali e vìolano i Regolamenti Europei i Diritti Umani e Libertà Personali 

per chi avesse dei problemi con le Poste Italiane Utenti/Cittadini ci contatti da ogni parte d’Italia 

e cerchiamo i dipendenti delle Poste Italiane da ogni parte d’italia per tutelarsi 

 pagina  fb:     https://www.facebook.com/Comitato-Difesa-del-Cittadino-235880000285375 

Short URL: https://www.romanewpress.it/?p=2972

Scritto da su Mar 7 2022. Archiviato come Cronaca, Primo piano, Roma Capitale. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questa voce

Lascia un commento

 

 

 

 

paladini-del-videogioco

© 2022 Roma NewPress. All Rights Reserved. Accedi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
-