Home » Gamestation » Recensione di Assassin’s Creed: The Ezio Collection per Nintendo Switch

Recensione di Assassin’s Creed: The Ezio Collection per Nintendo Switch

Arriva anche per Nintendo Switch, la remastered di Assassin’s Creed con la trilogia di Ezio Auditore uscito tempo fa su Ps4 e Xone.

Non mi rimetterò a recensire tutti e tre i capitoli che già valutai all’epoca, tuttavia apprezzo che nella Collection siano stati inseriti già in game i DLC, che permettono di fruire dei contenuti in maniera più coerente (Tipo i capitoli tagliati da Assassin’S Creed II).

Il lavoro di rimasterizzazione è anche qui basilare, ma almeno fatto con un po’ di criterio in più rispetto a quanto visto nella Collection di Arkham. Il senso di mettere solo la serie di Ezio ha un senso narrativo, ma difficilmente farà avvicinare qualcuno alla saga che parte da Xbox One e PS4, vista la mancanza del primo e del terzo capitolo. Quello che ne esce meglio è di sicuro ACII, che per ovvi motivi è anche quello invecchiato di più. Brotherhood e Revelation, a parte la risoluzione più alta e un frame più stabile. Carina anche l’idea di inserire i due cortometraggi usciti dopo ACII che ampliano il background narrativo della serie. Una collection di titoli valida ma non miracolosa, consigliata a chi ha voglia di rigiocarsi la storia di Ezio Auditore. Valida per la presenza di tutti i contenuti aggiuntivi e perchè può garantire molto facilmente tra le 60 e le 100 ore di gioco: luci, dettagli, pulizia grafica tutto ne ha giovato in meglio, solo i modelli sono rimasti un pochino indietro facendo notare i problemi presenti nella release originale del gioco come lo sguardo spiritato di Lucy. E rimasto, a malincuore, il pop-up degli elementi di scenario, un po’ corretto ma comunque ben visibile in alcuni frangenti come l’esplorazione a cavallo di San Gimignano.

Sul lato tecnico è stato fatto il minimo indispensabile, maggiore attenzione è stata riservata ad Assassin’s Creed II essendo il capitolo che risentiva maggiormente il peso degli anni.
Voti soggettivi:
ACII – 9
ACB – 9.1
ACR – 9.1
Inutile elogiare un personaggio che conoscono anche i muri, ma un saluto ad un vecchio amico lo trovo doveroso;
Ezio Auditore rimane il più amato della serie, forse perchè lo abbiamo visto nascere,lo abbiamo visto soffrire quando gli furono strappati i suoi cari, condiviso con noi le tue “pene d’amor perdute”, eravamo lì quando ha preso il comando degli Assassini e quando ha appreso delle importanti rivelazioni.
Ed infine, eravamo al suo fianco quando ha guardato Firenze e la sua amata Sofia per l’ultima volta.

Il nostro pensiero sarà sempre con lui ogni qualvolta si pronuncerà la parola “Assassin’s Creed”, poiché di Ezio Auditore ce ne sarà sempre e soltanto uno.

Il gioco disponibile su cartuccia contiene il solo Ac II mentre gli altri capitoli sono scaricabili solo in digitale.

fonte paladinidelvideogioco.it

Short URL: https://www.romanewpress.it/?p=2922

Scritto da su Feb 16 2022. Archiviato come Gamestation. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questa voce

Lascia un commento

 

 

 

 

paladini-del-videogioco

© 2022 Roma NewPress. All Rights Reserved. Accedi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
-