Home » Gamestation » Maid of Sker recensione Xone

Maid of Sker recensione Xone

Maid of Sker è un survival horror in prima persona, ambientato in un hotel remoto con una storia cruenta e macabra del folklore britannico. Armato solo di un dispositivo sonoro difensivo, utilizzerai tattiche furtive per evitare la morte tra un culto di nemici IA basati sul suono.

Maid of Sker utilizza un esclusivo sistema di intelligenza artificiale basato sul suono 3D come meccanica di sopravvivenza principale e utilizza le funzionalità avanzate di Xbox per dare vita visivamente al mondo. Il motivo è semplice: i tuoi nemici sono ciechi. Se ti capita di fare rumore o di sbattere contro un tavolo o una sedia, ti sentiranno e verranno a prenderti. Con il talento di scrittori e designer dietro a giochi come SOMA, Don’t Knock Twice e Battlefield 1, ottieni il tipo di atmosfera che il gioco sta cercando.

Altrettanto impressionante quanto la sua storia è l’arte visiva che è entrata in questo progetto. Con sale poco illuminate, scenari di foresta oscura e vibrazioni punk a vapore quasi futuristiche, cercherai l’hotel quasi abbandonato alla ricerca di indizi e pezzi di puzzle che ti aiutino a progredire nelle profondità dell’inferno dell’hotel mentre raccogli i pezzi della storia da legare. Durante il tuo viaggio ti imbatti anche in uno strano dispositivo che ti consente di stordire qualsiasi nemico che forse ti sta in agguato o addirittura ti insegue, dandoti una maggiore possibilità di pulci e, si spera, di trovare un posto sicuro dove nasconderti. Alcuni d’altra parte potrebbero non essere così indulgenti e, che tu sia nascosto o meno, ti daranno la caccia con forza, se necessario.

Maid of Sker non è un gioco eccessivamente lungo, con circa 6 ore di gioco per il fan dell’horror esperto, ma offre più playthrough con finali diversi, una storia avvincente e uno scenario visivamente spettacolare mentre si cerca di accovacciarsi e rimanere nascosti. Questo potrebbe richiedere del tempo, aspettare che un nemico si trovi a una distanza maggiore in modo da poterti muovere più velocemente è un’opzione, ma i rischi sono maggiori nel raggiungere la destinazione. Camminare per un corridoio potrebbe anche vederti faccia a faccia con un cieco che abbatte un muro e ruggisce alla tua vista.

Maid of Sker è un’esperienza avvincente e visivamente sbalorditiva per qualsiasi fan dell’horror e porta il vero horror stealth con il suono 3D contro di te al suo interno. Ripercorrendo la scia che aveva preso PT prima e poi Resident Evil 7 e 8, questo titolo si aggiunge alla lunga cerchia voto 7,5

fonte palainidelvideogioco.it

Short URL: https://www.romanewpress.it/?p=2667

Scritto da su Mag 24 2021. Archiviato come Gamestation. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questa voce

Lascia un commento

 

 

 

 

paladini-del-videogioco

© 2021 Roma NewPress. All Rights Reserved. Accedi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
-