Home » Gamestation » Recensione di Overpass per Xbox One

Recensione di Overpass per Xbox One

Overpass arriva su console current gen e lo fa in un momento in cui questo genere di giochi cominciava a scarseggiare, se escludiamo in passato alcuni titoli similari come Dirt Rally o Dakar 2019. È dai tempi di Motorstorm che non si vedeva una versione più hardcore. La campagna per Overpass è una modalità carriera piuttosto spoglia che chiunque può conoscere come genere. C’è una certa quantità di gare, sfide ed eventi per stagione che determineranno la posizione del giocatore. Lungo la strada, ci sono sponsorizzazioni e oggetti da collezionare.

Tuttavia, non ci sono gare per come le conosciamo, ciò che costituisce la stragrande maggioranza della modalità carriera è glorificato da prove a tempo. Non ci sono avversari da affrontare direttamente, né fantasmi sul giro, è solo il giocatore che completa giro dopo giro su piste diverse in aree diverse. Quindi i totali del tempo vengono sommati dopo le “gare” per determinare chi è il primo, il secondo, ecc. Da dire che non è un gioco arcade quindi la macchina non può mai andare a tutto gas.

Se ci si prova si viene puniti dalla fisica traballante, dal design della mappa e/o dal più piccolo degli ostacoli sulla pista. Le diverse aree tracciate in esse tentano di presentare una somiglianza off-road con tronchi, pneumatici, condotte, rocce, colline, terra battuta, sabbia, ghiaia, fango e altro ancora da superare per un ATV. Sì, questi sono gli unici due tipi di veicoli che si potranno utilizzare.

Molto probabilmente si potrà rimanere bloccati su una piccola roccia e perdere comunque tutto lo slancio. Combinare questo con la fisica traballante può portare a fare strappare i capelli. Fare una curva troppo brusca con la sensibilità non regolabile della forcina porterà fuori pista.

È anche triste perché pur non potendo correre contro avversari in tempo reale, farlo sarebbe ancora più difficile a causa dei problemi già elencati.

Se non si supera una linea di pneumatici o attraverso una buca di legno nel modo in cui Overpass lo desidera, si è penalizzati con una perdita di tempo. Quindi bisogna agire mentalmente sul fronte fisico e fare del proprio meglio per superare le parti difficili della pista. L’aggiunta di avversari che potrebbero urtare e colpire in tutto ciò renderebbe la cose infinitamente peggiori. Il veicolo subirà danni semplicemente correndo, quindi agite come si stesse guidando un vero veicolo con la stessa fisica e trazione come avviene veramente in questi mezzi che si guidano sulla sabbia o in terreni particolari.

La versione da noi provata per Xone non si differenzia da quella Ps4 quindi, nulla da segnalare. Overpass ha praticamente deluso alcune aspettative di questo gioco. Con un motore fisico non cosi terribile comunque, il tutto racchiuso in una modalità di carriera un po’ scarna e in contenuti magri, Overpass è consigliato solo ai cultori del genere.

fonte paladinidelvideogioco.it

Short URL: https://www.romanewpress.it/?p=2348

Scritto da su Feb 27 2020. Archiviato come Gamestation. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questa voce

Lascia un commento

 

 

 

paladini-del-videogioco

© 2020 Roma NewPress. All Rights Reserved. Accedi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
-