Home » Il weekend di Discover Places, Lazio, Primo piano » Scopri cosa fare questo weekend con Discover Places 13/14 Aprile

Scopri cosa fare questo weekend con Discover Places 13/14 Aprile

Vinitaly, una analisi del legame tra vino e turismo

Posted on aprile 10, 2019 by Claudia Bettiol

Se il Ministero dell’Agricoltura ha preso anche la delega al Turismo perché l’enogastronomia è uno dei principali driver delle scelte di viaggio, potevamo mancare al Vinitaly?

Abbiamo fatto visita ad una delle maggiori fiere internazionali dedicate al vino proprio per vedere come si declina turismo e vino in Italia.

Questo anno i dati del Vinitaly sono impressionanti. Dopo 40 eventi di promozione durante l’anno in Italia e all’estero, l’edizione della fiera del 2019 ha occupato un’area di 100.000 mq, con 4.600 aziende da 35 nazioni e oltre 17.000 le etichette a catalogo.

Per non parlare del ‘Fuorisalone’ a Verona (che si chiamava “Business in fiera, wine lover in città”) dove sono stati dirottati tutti gli amanti del vino che non erano operatori professionali del settore.

Ma torniamo a vino e turismo.

Secondo i dati delle ricerche di mercato, il desiderio di assaggiare un piatto particolare o un territorio con vini particolari rappresenta tra il 70 e l’80 % della motivazione ad un viaggio turistico, e la forbice dipende da chi ha condotto le ricerche e da quale angolazione lo ha osservato.

Questo dato non va confuso però con l’enoturismo, ossia un viaggio la cui unica motivazione è quella dell’assaggio di vini, dove i numeri sono diversi. Secondo una ricerca commissionata da VeronaFiere a Nomisma, le regioni che hanno maggior fascino per gli enoturisti sono la Toscana con il 27%, il Piemonte con il 12%, il Veneto con il 9% e la Sicilia con il 7%.  Seguono poi il Friuli Venezia Giulia e la Puglia con il 5%.

E questi dati non ci devono sorprendere sia per la grande promozione che da anni è stata fatta all’abbinamento fra vini e paesaggio, basti pensare al ‘Chiantishire’, alle Langhe, che sono addirittura Patrimonio dell’Unesco, e più recentemente alle colline di Valdobbiadene.

E la Puglia sta diventando la meta preferita per molti matrimoni indiani e per tutti gli appassionati di Pizzica che si ritrovano a ballare d’estate nelle molte piazze del Salento. E così crescono Primitivo di Manduria, Nero di Troia, Negroamaro, Salice Salentino, Castel del Monte Aglianico, Rosso di Cerignola, Cacc’e mmitte di Lucera, Terra d’Otranto, ecc…

Non è quindi un caso che le regioni a maggiore vocazione turistica siano anche quelle in cui sono maggiori le vendite di vino e sia maggiore il numero dei turisti in cerca di esperienze esclusive alla scoperta dei vini.

Attenzione poi ai numeri rappresentati dal vino biologico, Organic Wine, perché in questo caso il legame tra vino e territorio di produzione è ancora più forte e quindi ci possono essere nuove potenzialità di penetrazione nel mercato turistico da parte di produttori di vini in determinate aree. La richiesta di Organic Wine è stata così elevata che Vinitaly ha dedicato un intero padiglione per presentare le quasi 3.300 etichette.

La scelta italiana di unire agricoltura e turismo in un solo ministero è stata strategica ma sembra che al ministero ancora non siano pronti a promuovere queste due realtà. Il grande spazio del MIPAF a Verona non mostrava nulla delle opportunità turistiche offerte dalla nostra bella penisola. Mancava lo story telling dei territori in grado di trasformare gli interessi dei singoli produttori in interessi dei beni comuni di una intera collettività.

Certamente alcuni produttori sono avanti e usano lo story telling per attrarre buyer nelle loro cantine, ma senza una forte cornice data dal brand del territorio la loro forza è minore rispetto a quella dei loro competitor.

E ci sono competitor internazionali forti e agguerriti, soprattutto se si pensa alla importanza dei nuovi mercati asiatici che si stanno aprendo e che si trovano a scegliere prodotti di ottima qualità da ogni parte del mondo. Il mercato cinese va educato al vino e probabilmente sceglie i vini in funzione del richiamo ‘esotico’ che gli ispirano o dei consigli di alcuni dei loro guru.

L’abbinamento vino-territorio è allora fondamentale per entrare nella parte emozionale del consumatore cinese stimolando la sua creatività laterale. E per un cinese è ancora più importante l’abbinamento con un viaggio: Australia, Francia, Italia, …. Per non parlare di California e Cile. I primi due hanno legami consolidati molto forti, i ricchi cinesi stanno comprando la loro seconda casa in Australia, ma anche noi abbiamo le nostre carte da giocare.

E le possiamo giocare ancora meglio appena FieraVerona darà vita al suo programma di sbarco in Cina con una sua piattaforma fieristica.

Ma questo è un tema che approfondiremo in un articolo successivo.



Sagra del Carciofo

Apr 12 – Apr 14

12-14 Aprile:

Ladispoli si trasforma nel parco giochi del carciofo!

Tre giorni di degustazioni e divertimento, alla scoperta di uno dei prodotti tipici del paese di Ladispoli: il carciofo!

Crudi, cotti e scolpiti, un fine settimana per gustare il “re degli ortaggi” in tutte le sue forme, grazie ai tanti stand di produttori e ristoratori presenti che preparano con amore il carciofo in svariati modi. Alla matticella, alla romana, c’è veramente l’imbarazzo della scelta.  

La sagra del carciofo è nata nel 1950 con l’intento di valorizzare uno dei migliori prodotti di questa area, il carciofo prodotto nella zona di Ladispoli e Cerveteri. Grazie al suo sapore che viene dai terreni vulcanici e dalla vicinanza con il mare, oggi questo carciofo romanesco ha raggiunto la denominazione DOP.

Durante la manifestazione si svolgono divertenti parate e spettacoli dal vivo. Un momento speciale è quello dedicato alla gara di sculture realizzate con i petali del carciofo con i quali realizzano figure dalle forme e dal dettaglio impeccabile. Un fine settimana alla scoperta di Ladispoli e del carciofo, con tante attività e divertimento per tutta la famiglia.

Festa della Merca

Apr 13 – Apr 14

13-14 Aprile:

La Festa della Merca, o della ‘marcatura’ degli animali, è un evento che ripercorre la storia e il folklore delle tradizioni maremmane e dei suoi protagonisti. Una manifestazione che da mezzo secolo caratterizza la storia del borgo di Tarquinia e della Tuscia e che rappresenta anche l’ingresso della bella stagione e la rotazione di tutti i processi naturali della terra.

La festa è organizzata con dedizione dall’Università Agraria di Tarquinia, che celebra questa tradizione dall’immensa importanza culturale all’interno degli  ampi spazi del complesso della Roccaccia.

La Festa della Merca esplora in particolare il lavoro e le tradizioni dei butteri con un programma di eventi e attività, che esplorano il rapporto tra cavalieri e cavalli da vari punti di vista. Passeggiate a cavallo, competizioni di attacchi e gare di monta da lavoro maremmana, queste sono solo alcune delle attività aperte a tutta la famiglia. Soprattutto per i bambini che hanno modo di avvicinarsi al mondo dell’equitazione e del cavallo all’interno del “Villaggio del Bambino” un’area allestita con tanti giochi e attività su misura per loro.

Durante i due giorni di festa è possibile gustare nei vari stand alcune varietà di prodotti locali e conoscere i loro produttori, in una giornata di relax all’insegna del buon cibo immersi in uno dei più bei borghi del Viterbese.

La Passione Vivente

Apr 13

13 Aprile:

Il paese dei briganti e le sue associazioni si riuniscono nelle solenni celebrazioni in preparazione della Settimana Santa. Il Comune di Sonnino insieme alla Pro Loco, ai Missionari del Preziosissimo Sangue e la Parrocchia di San Michele Arcangelo organizzano la “Passione Vivente”.

Una rappresentazione della Passione, morte e resurrezione di Gesù, interpretata da abili attori che utilizzano l’intero borgo in provincia di Latina come vero e proprio palcoscenico.

Cantando la Palma

Apr 13

13 Aprile:

Le tradizioni e i riti caratteristici della Settimana Santa a Castrocielo assumono un sapore speciale con una manifestazione canora il giorno della Domenica delle Palme.

“Cantando la Palma” è una giornata di festeggiamenti in anticipazione della Pasqua organizzata dal comune nella parrocchia di Santa Lucia. Si inizia con la sfilata dei Cantori di Castrocielo, e dei paesi limitrofi, che percorreranno le vie del paese con i loro ramoscelli di ulivo fino alla piazza principale.

Dopo aver partecipato alla messa e alla benedizione dei ramoscelli di ulivo dei cantori, il borgo si trasforma in un palcoscenico di voci e canti folcloristici grazie alla loro esibizione. Per commemorare la giornata ogni gruppo di cantori riceve una medaglia da portare a casa insieme al ramoscello di ulivo benedetto.

Durante tutta la giornata è possibile assaporare i prodotti tipici del periodo pasquale che vengono messi a disposizione dei partecipanti nei negozi del borgo e in appositi stand allestiti per l’occasione.

La domenica successiva, quella di Pasqua, i cantori girano per le vie del borgo di casa in casa portando agli abitanti del borgo Ciociaro non soltanto la musica ma uno spirito di pura allegria.

Processione del Signore

Apr 14

14 Aprile:

Rieti festeggia la domenica delle Palme con grandi celebrazioni che vedono ogni anno la partecipazione di tutta la cittadinanza che si unisce nei festeggiamenti dello spirito pasquale in anticipazione della Settimana Santa. La giornata inizia nella maestosa Cattedrale di Rieti, dove il vescovo della Provincia celebra la solenne messa e benedice i ramoscelli di ulivo che come da tradizione vengono poi portati in processione dai fedeli che partecipano. Con questa giornata si ricorda il trionfale Ingresso a Gerusalemme di Gesù in sella a un asino.+ GOOGLE CALENDAR+ ESPORTA ICAL

Short URL: https://www.romanewpress.it/?p=1888

Scritto da su Apr 11 2019. Archiviato come Il weekend di Discover Places, Lazio, Primo piano. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questa voce

Lascia un commento

 

 

 

paladini-del-videogioco

© 2019 Roma NewPress. All Rights Reserved. Accedi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
-