Home » Gamestation » Recensione di Far Cry 6 per Playstation 5

Recensione di Far Cry 6 per Playstation 5

Ubisoft è tornata con l’ennesimo  franchise FPS open world, e questa recensione sembra quasi irrilevante nel suo sforzo di spiegare cosa è cosa per la sesta volta della saga; la formula in realtà non è cambiata da quasi 10 anni. Quello che diremo allora è che pensiamo che Far Cry 6 sia  il miglior gioco della serie. Ciò che il gioco ha prima di tutto, è il suo mondo aperto. Situato in tutta l’isola di Yara (liberamente basata su Cuba), l’ambiente lussureggiante e bellissimo ti permette finalmente di respirare. Il gioco è esattamente come lo si  immagina, con le solite basi da prendere in consegna e compiti principali umili da spuntare.  Il titolo premia in realtà il riporre la tua pistola contrassegnando i nemici sulla mappa che possono essere corrotti per ottenere informazioni, mentre esplorare un’area di alto livello è molto più gestibile se gli scagnozzi di pattuglia presumono che tu sia un civile piuttosto che un guerrigliero che complotta per prendere il loro regime verso il basso. Può sembrare una piccola alterazione del ciclo di gioco, ma offre un altro modo di affrontare gli obiettivi insieme alla solita tattica furtiva e tutte le armi da fuoco. Poi c’è la storia, che sembra un po’ più coinvolta rispetto alle versioni  precedenti. È la tipica storia del rovesciamento di un dittatore dando il via a una rivoluzione popolare, ma i personaggi che presto chiamerete alleati sono almeno molto più memorabili e coinvolgenti.

Far-Cry-6-recensione

 Far Cry 6 richiede tempo per dare un po’ di arco ai personaggi più importanti, elevandoli immediatamente al di sopra delle personalità di una nota dei titoli passati. I filmati in terza persona consentono anche di conoscere molto meglio il protagonista Dani Rojas, con le sue reazioni e discorsi (scelti all’inizio del gioco) messi in mostra sia per voi che per gli NPC. Giancarlo Esposito riceve una discreta quantità di tempo sullo schermo come antagonista Anton Castillo, accompagnato da suo figlio Diego. L’erede non è proprio d’accordo con il governo di Yara con il pugno di ferro, creando alcune scene e fili narrativi interessanti man mano che si  avanza. Non è che la trama vincerà alcun premio oscar, ma lo sforzo del gioco di abbracciare i filmati, i dialoghi e la storia più delle puntate precedenti è molto apprezzato. Forse la più grande revisione rispetto ai precedenti titoli di Far Cry è il nuovo sistema di equipaggiamento, che sostituisce completamente gli alberi delle abilità e attribuisce invece vantaggi ai pezzi di armatura raccolti.  Il gioco vuole che si tagli e si cambi costantemente l’equipaggiamento per adattarlo alla situazione.  C’è un inconveniente, tuttavia, ed è il fastidioso sistema di munizioni. Si è costretti a esplorare le basi nemiche e ad aggiustare le  armi per adattarle al tipo di nemici presenti, bloccando il flusso mentre si cerca un banco di lavoro nelle vicinanze per apportare le modifiche necessarie. Impegnarsi con il sistema non è divertente e ignorarlo rende il combattimento più difficile: nessuno vince. Si potrebbe persino prolungare ulteriormente il  tempo di gioco semplicemente osservando la vista ogni tanto perché Far Cry 6 non può che essere un titolo visivamente sbalorditivo. Modelli dettagliati dei personaggi e panorami spettacolari rendono il gioco facilmente uno dei più belli disponibili su PlayStation 5 fino ad oggi, insieme a un mondo aperto lussureggiante e vibrante pieno di colori. Catturare uno scorcio del tramonto raggiante attraverso il fogliame mentre esplori le regioni più montuose di Yara è una vera delizia. Consigliato ai fan del genere open world FPS.

fonte paladinidelvideogioco.it

Short URL: http://www.romanewpress.it/?p=2819

Scritto da su Ott 16 2021. Archiviato come Gamestation. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questa voce

Lascia un commento

 

 

 

 

paladini-del-videogioco

© 2021 Roma NewPress. All Rights Reserved. Accedi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
-