Home » Gamestation » Recensione di Tales Of Arise per Xbox Series X/S

Recensione di Tales Of Arise per Xbox Series X/S

Arriva il nuovo capitolo della saga di Tales di Bandai Namco sulle console di next gen; Tales of Arise è un passo evolutivo significativo. Modifiche intelligenti al gameplay, potenziamenti dell’Unreal Engine 4 e una narrativa matura con un coinvolgente roster di personaggi giocabili rivitalizzano la serie in modi che non possono essere ignorati. L’ultima avventura della saga Tales è più che all’altezza della situazione; tutto ciò è dovuto al fatto che il gioco sfrutta tutta la potenza delle console di nuova generazione. La versione provata è quella per Xbox Series X/S

Un gioco ben strutturato

I protagonisti sono Alphen e Shionne.

recensione-tales-of-arise-un-degno-e-divertente-esponente-della-tipologia-jrpg_2664482

Altrettanto potente è il partito che si forma intorno a loro, poiché ognuno porta i propri fardelli e il passato su cui deve lavorare. Law, il cittadino di Dahnan che lavora per la polizia segreta di Cyslodia, e Rinwell, un Dahnan che può esercitare le arti astrali nonostante quelle tecniche che si suppone appartengano solo ai Renan; Kisara, una guardia di Dahnan, e Dohalim, un nobile Renan che ha opinioni diverse su Dahnan rispetto ad altri Renan di alto rango. Ogni personaggio ha anche il suo rapporto con l’altro, è facile accoppiare alcuni personaggi, come Alphen e Shionne, come se fossero connessi tra loro.

Lo stile artistico fa sicuramente un salto di qualità del mondo e l’azione sembra fantastica.

Alcuni filmati sono davvero emozionanti. Il nuovo look è comunque un vantaggio generale, soprattutto quando si tratta di combattimento. E il combattimento è davvero importante quando si tratta di giochi di Tales. Tales of Arise apporta cambiamenti radicali su tutta la linea, e questo include battaglie che utilizzano un sistema di combattimento abbastanza semplice.

Se non si ha familiarità con un gioco RPG, questo potrebbe essere il più semplice per il giocatore, soprattutto se si è giocato a titoli recenti come Scarlet Nexus o Final Fantasy VII Remake. Le arti sono la punta di diamante di Tales per le abilità speciali e, in generale, sono incantesimi che bisogna incanalare e lanciare, o abilità istantanee che si possono aggiungere alla sequenza standard di attacchi.

Ogni personaggio ha anche uno stile di gioco unico. Il combattimento è davvero soddisfacente nel complesso, ci sono molti boss opzionali da combattere, come parte delle missioni secondarie, e hanno attacchi, meccaniche e stili davvero fantastici. Inoltre uno dei combattimenti più sbalorditivi in ​​questo gioco richiede un livello elevato ed è completamente opzionale. Sembra che ci siano alcuni buoni contenuti post-partita, oltre a New Game Plus, per mantenere i giocatori incollati al gioco a lungo termine. Titolo altamente consigliato e che offre il meglio sia su Xbox Series X che anche su Ps5. Combattimenti appariscenti, personaggi dinamici e un mondo di gioco realizzato magistralmente rendono Tales of Arise una delle migliori esperienze JRPG dell’anno.

https://it.blastingnews.com/tempo-libero/2021/09/recensione-del-nuovo-capitolo-di-tales-of-arise-unopera-darte-astrale-su-xbox-series-x-003368938.html

Short URL: http://www.romanewpress.it/?p=2745

Scritto da su Set 13 2021. Archiviato come Gamestation. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questa voce

Lascia un commento

 

 

 

paladini-del-videogioco

© 2021 Roma NewPress. All Rights Reserved. Accedi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
-