Home » Gamestation » Recensione di Watch Dogs Legion Xone

Recensione di Watch Dogs Legion Xone

Watch Dogs: Legion arriva su Xone, Ps4 e PC e prossimamente su Ps5 e Xbox series X. La svolta intelligente di Legion fa sì che questo terzo gioco della serie sia simile a State of Decay, in cui ogni NPC può essere reclutato come personaggio utilizzabile dove ognuno ha le proprie armi, abilità e tratti che possono dare loro stili di gioco molto diversi. Dopo i primi due capitoli usciti, questo terzo capitolo promette varie novità. Il luogo dove si svolge Watch Dogs Legion è incentrata su una Londra futuristica, simile molto alla mappa del precedente capitolo cioè Watch Dogs 2 e della San Francisco Bay Area, curata sotto ogni dettaglio, ma diversa da come la conosciamo.

Una città questa piena di droni e vecchie auto a benzina o elettriche.La storia parla del gruppo hacker / vigilante DedSec, contro lo stato e la polizia. Ci sono alcuni temi politici evidenti in questo gioco, come polizia privata e corrotta, rinunzio alla privacy personale per comodità e sicurezza.

Alcune idee del gioco sono prese dai film e in TV negli ultimi dieci anni, ma ci sono alcuni cattivi decenti, tra cui un magnate della tecnologia totalitaria e uno spietato leader dei gangster del traffico di esseri umani. I personaggi alleati, nel frattempo, sono tutti abbastanza blandi e dimenticabili, ma Bagley, l’intelligenza artificiale residente di DedSec, è una voce persistente davvero divertente nell’orecchio del giocatore che prende in giro scherzosamente le abilità umane senza diventare un knockoff di GladOS.

La guida estremamente arcade è abbastanza completamente sottovalutata: solo una manciata di missioni della storia coinvolgono la guida di veicoli e gli inseguimenti della polizia sono banali da evitare. Watch Dogs Legion è molto più interessato al pilotaggio di droni e ci sono alcuni percorsi a ostacoli che devi navigare con droni volanti che sono comunque diversivi più interessanti dal normale gameplay.

legion

Molte aree integrano anche gli stessi puzzle a flusso di potenza di Watch Dogs 2, sovrapponendo i loro nodi girevoli al mondo reale con la realtà aumentata e talvolta chiedendoti di completarli mentre si è sotto tiro. Anche se i personaggi non salgono di livello, c’è una selezione di aggiornamenti persistenti che si può sbloccare che vengono applicati all’intero gruppo: hacking con droni migliorato, ricariche più veloci della pistola, un dispositivo di occultamento personale.

Allo stesso modo, proprio come in Watch Dogs 2, l’enfasi sulle armi non letali è sconcertante perché funziona praticamente in modo identico ai proiettili e nessuno sembra tenere traccia di quanti cadaveri lasci sulla scia di DedSec. Watch Dogs Legion porta la serie di hacker open-world di Ubisoft in una nuova direzione interessante permettendo di scambiare gli abitanti di una Londra del prossimo futuro quasi a piacimento. Legion può essere tecnicamente approssimativo, ma il suo stile sandbox distingue il gameplay.Voto 7,5

fonte paladinidelvideogioco.it

Short URL: http://www.romanewpress.it/?p=2514

Scritto da su Ott 29 2020. Archiviato come Gamestation. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questa voce

Lascia un commento

 

 

 

paladini-del-videogioco

© 2021 Roma NewPress. All Rights Reserved. Accedi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
-