Home » Gamestation » Recensione Days Gone per Ps4 Pro

Recensione Days Gone per Ps4 Pro

Arriva in esclusiva Sony per Ps4 il nuovo surival horror dal titolo Days Gone; ennesimo gioco di zombie in stile The Walking Dead. Saremo catapultati in un mondo post apocalittico nel quale, dopo la pandemia, saremo nei panni dell’ex motociclista fuorilegge Deacon St. John: vagabondo, cacciatore di taglie. Ambientato in un martoriato scenario vulcanico nel Pacifico nord-occidentale, Days Gone ci invita a esplorare un mondo sconvolto da mostri umani degenerati noti come Freaker. Esploreremo un mondo distrutto e in cerca di viveri, benzina e armi per dare un senso e una ragione di vita al protagonista.

Days Gone: recensione di Blasting News

Non avremo il solito gioco Zombie alla Resident Evil, ma qualcosa di più; una sorta di open world che vi farà combattere in mezzo a orde di zombie in stile Word War Z, con delle vere e proprie mandrie di zombie pronte a inseguirvi. In attesa di TLOS 2, Days Gone si è rivelato, alla fine, una grandissima sorpresa in grado di far ricredere anche il più grande dei suoi detrattori. Il focus principale dell’avventura di Bend Studio è tutto sulla storia, una delle più intriganti ed emozionanti degli ultimi tempi – facendo paragoni scomodi diremmo dai tempi di The Last of Us – che punta tutto sulla semplicità della narrazione di eventi che, seppur ampiamenti scontati, riescono a colpire dritto al cuore.

Per quanto riguarda il puro lato ludico, invece, Days Gone è quello che ci si aspettava sin dal primo annuncio: volutamente caotico, dove la sopravvivenza dipende da come deciderete di affrontare i pericoli che vi circondano. Ad accompagnarvi in questo grandissimo viaggio è la moto, compagna di una vita per il buon Deacon che dovremo coccolare e trattare come se fosse nostra figlia, vista la sua enorme importanza nell’economia globale. Days Gone è un viaggio nelle emozioni, nel caos e nella vita di un uomo che ha perso tutto, un titolo che nella sua semplicità gioca con la cosa più importante che tutti possiedono: i sentimenti.

Bend Studio non ha avuto paura di metterci dentro tutto ciò che aveva e il tempo li ha ampiamente ripagati; Days Gone è una piccola perla che, seppur fuori dal proprio tempo e non propriamente originale, fa ciò che deve e lo fa splendidamente.

La paura che Days Gone potesse essere un The Last Of Us svanisce all’istante. Si scopre giocandolo, che avere tra le fila delle esclusive Sony una prospettiva differente al tema già trattato da Naughty Dog, fa capire quanto anche solo cambiando le personalità e le visioni che ci sono all’interno dei diversi studi di sviluppo si possono raccontare storiediverse e uniche, nonostante alcuni aspetti e tematiche vadano a collidere tra le diverse produzioni.

In conclusione un titolo da provare assolutamente e che vi terrà incollati fino alla conclusione del gioco.

fonte paladinidelvideogioco.cloud

Short URL: http://www.romanewpress.it/?p=2055

Scritto da su Mag 3 2019. Archiviato come Gamestation. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questa voce

Lascia un commento

 

 

 

paladini-del-videogioco

© 2019 Roma NewPress. All Rights Reserved. Accedi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
-