Home » Gamestation » Recensione Dirt Rally 2.0 Xone

Recensione Dirt Rally 2.0 Xone

Codemasters scende nuovamente in pista con DiRT Rally 2.0, con motore grafico EGO Engine aggiornato e messo a punto per brillare in questa nuova versione. Siete pronti a strappare un nuovo record a bordo di uno degli splendidi bolidi disponibili?! DiRT Rally 2.0 vanta la Licenza Ufficiale WRX (FIA World Rallycross Championship, in collaborazione con Monster Energy), competizione da non confondere con la più celebre WRC. Grazie a tale esclusività i ragazzi di Codemasters possono sfoggiare nel loro nuovo capitolo della serie di corse 8 circuiti ufficiali WorldRX e anche i modelli auto della Stagione 2018. Le auto sono suddivise in 4 differenti Classi: le Supercar ufficiali del Campionato FIA World Rallycross, i modelli appartenenti alla Classe RX 2, poi le RX Super 1600s e, per finire, i modelli della Classe RX Crosskart. Sono presenti inoltre alcuni modelli eccezionali come la Megarel RS RX del team GCKompetition World Rallycross e la PSRX Volkswagen Polo R Supercar (2018). Infine, per tutti coloro che decideranno di acquistare DiRT Rally 2.0 in formato fisico, e non in digitale, è previsto un incredibile regalo: una scintillante Porsche 911 RGT Rally Spec.

In DiRT Rally 2.0 è possibile gareggiare in due differenti modalità: Rally e Rallycross. Le competizioni Rally sono perfettamente identiche a quelle ufficiali WRC, dove prende vita un emozionante sfida tra il pilota ed il tracciato, in una corsa a tempo con il cronometro, al fine di strappare il miglior tempo possibile, tra paesaggi mozzafiato e tornanti da infarto. In modalità Rallycross, invece, si corre contro un massimo di 7 sfidanti (per un totale, quindi, di 8 partecipanti per ogni gara) in circuiti che mescolano asfalto e sterrato per una adrenalinica combinazione di stili di guida differenti, che sia l’I.A. che il giocatore saranno chiamati ad adottare e gestire al meglio, per trionfare in prima posizione quando il traguardo sarà tagliato nell’attimo dell’ultimo giro. Per quanto riguarda le gare Rallycross, Codemasers ha introdotto in DiRT 2.0 la possibilità di disputare un intero campionato dedicato, per la gioia degli amanti di questa affascinante e adrenalinica disciplina.

Codemaster, ci ha provato ed è riuscita a proporre un titolo davvero niente male. Dirt rally 2.0, rispetto ai predecessori, cerca di abbracciare un pubblico molto più ampio. Infatti sono state introdotte sia caratteristiche simulative che arcade.

fonte paladinidelvideogioco.com

Short URL: http://www.romanewpress.it/?p=1053

Scritto da su Feb 25 2019. Archiviato come Gamestation. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Puoi lasciare una risposta o un trackback a questa voce

Lascia un commento

 

 

 

paladini-del-videogioco

© 2019 Roma NewPress. All Rights Reserved. Accedi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
-